Le carte speciali ottenute con procedimenti particolari

Le carte speciali ottenute con procedimenti particolari

Le carte speciali ottenute con procedimenti particolari

Esistono numerose tipologie di carte speciali, che possono essere ottenute attraverso una serie di procedimenti particolari e sono costituite da sostanze diverse rispetto a quelle della carta classica. Ecco una breve rassegna di queste carte speciali.

 Alcune tipologie di carte speciali

– Iniziamo dalla carta da forno, utile ovviamente per cucinare e conservare le varie pietanze ad alte temperature e all’interno di appositi forni. Per realizzarla, occorre la pasta chimica, mescolata con sostanze minerali e resistenti al calore, alla piegatura e alla trazione. In più, questo tipo di carta è impermeabile.

 

– La carta per stampa fotografica nasce da una pasta di celulosa pura, sulla quale viene applicata un’emulsione d’argento. Resiste allo strappo, alla trazione e agli agenti chimici, ma si rovina sotto la luce e un calore troppo elevato.

 

 – Se vogliamo realizzare la carta carbone, il procedimento da seguire è quello di prendere della pasta chimica, applicare della paraffina colorata e fare in modo che questa si propaghi anche per gli altri fogli. Si tratta di una tipologia di carta leggera e sensibile e consente di poter diffondere scritti in più copie.

– Per creare la carta vetrata, importante per levigare le varie superfici, è necessario prendere della pasta meccanica e porre sostanze abrasive su una delle facciate. Una procedura piuttosto semplice per una carta piuttosto ruvida e caratterizzata da un’elevata resistenza allo strappo.

 

– La carta da lucido, che viene utilizzata negli uffici tecnici e per scopi puramente grafici, nasce da un’unione tra la pasta chimica e alcuni oli particolari, che le conferiscono trasparenza, rigidezza e resistenza allo strappo e alle piegature. E’ impermeabile e gli scritti possono essere cancellati senza alcuna difficoltà.

 

– La classica carta da parati, che utilizziamo spesso per gli arredi domestici, è sostanzialmente formata da pasta meccanica e da alcuni ornamenti. Resiste a piegatura e strappo ed è caratterizzata da elevata opacità e impermeabilità.

 

carte speciali

– La carta per usi igienici corrisponde semplicemente alla carta igienica, alle tovaglie e agli scottex. E’ fatta con pasta chimica, ricca di cellulosa non collata. Si tratta di una carta molto soffice, assorbente ed elastica grazie alla presenza di crespature.

– La carta pergamena è utile per rilegare libri e documenti e si ottiene con della pasta chimica con acido solforico e senza colla. E’ impermeabile, lucida e resistente a strappi e piegature.

Ogni tipologia di carta prevede un diverso procedimento a seconda dell’impiego e naturalmente avrà delle proprietà di composizione diverse. Ad esempio la carta per la stampa cataloghi sarà diversa da quella per stampare volantini pubblicitari o quella utilizzata nella stampa digitale, cosi’ come la carta fotografica è diversa dalla carta pesta!

RELATED ARTICLES

Crollo del ponte a Genova, Commissione Ue: la responsabilità è del concessionario