Metodi di estrazione del profumo: Estrazione tramite CO2

Metodi di estrazione del profumo: Estrazione tramite CO2

Metodi di estrazione del profumo: Estrazione tramite CO2

Esistono diversi metodi di estrazione del profumo ed uno dei più utilizzati è l’estrazione tramite CO2 chiamata anche estrazione super critica.

Questo tipo di procedimento estrattivo è molto simile a quello dell’estrazione con solventi volatili e in questo caso viene impiegata l’anidride carbonica in forma liquida al posto dei solventi. Si tratta di un procedimento a caldo in cui l’anidride carbonica viene passata alla forma liquida sotto pressione (fase che viene definita come stato supercritico dell’anidride carbonica) ad una temperatura che può variare fino ai 40°C. Impiagata a basse temperature l’anidride carbonica sostitusce l’esano o altri solventi.

Il metodo di estrazione del profumo tramite CO2 è un procedimento delicato e l’utilizzo dell’anidride carbonica al posto dei solventi consente di estrarre tutte le sostanze odorose poco volatili, come quelle emanate dalle spezie per poterle utilizzare in cosmesi, come per i prodotti naturali per capelli, e dall’altra parte le materie prime secche. Grazie a questo metodo si riesce ad ottenere un ricavato di una purezza assoluta priva di qualsiasi alterazione termica dell’odore e di tracce di solventi.

L’estratto che si ottiene può essere simile ad un resinoide oppure ad un olio essenziale che, mediante il lavaggio con alcool, si trasforma in assoluto. Il metodo di estrazione del profumo tramite CO2 può essere una valida alternativa ai procedimenti tradizionalmente usati perchè ha il notevole vantaggio di servirsi di un agente solvente completamente innocuo che può essere del tutto separato dall’olio dopo l’estrazione.

Inoltre l’estrazione viene attuata a basse temperature e questo fa in modo che non vengano persi i composti volatili e che vengano preservate le qualità olfattive del prodotto in maniera tale che prodotti come le creme corpo e le creme per il viso mantengano fedelmente la profumazione.

Questo metodo di estrazione è stato notevolmente migliorato dalla tecnologia, dando origine a numerosi derivati. Una delle tecniche più utilizzate è l’estrazione a freddo direttamente dalle piante.

Questo procedimento prevede l’utilizzo di uno speciale solvente inerte allo scopo di estrarre i principi odorosi direttamente dai luoghi in cui vengono coltivate le piante, per fare in modo che questi non vengano minimamente alterati da fattori ambientali o da interventi esterni e che si possa conservare in tal modo l’odore puro e assoluto delle piante.

RELATED ARTICLES

Miss Europe Continental 2017, successo a Napoli al Teatro Mediterraneo!