Amati: un cortometraggio che affronta con sensibilità i disturbi alimentari

Amati: un cortometraggio che affronta con sensibilità i disturbi alimentari

Marzo 15, 2024 Off Di Giorgia Fabiani

Il film è diretto dal visionario Giuseppe Cossentino pluripremiato sceneggiatore e regista.

Nel panorama cinematografico contemporaneo, la capacità di affrontare tematiche complesse e delicate con sensibilità e profondità è una caratteristica che merita plauso. “Amati”, un cortometraggio diretto da Giuseppe Cossentino e sceneggiato da Eleonora Lentini, si distingue proprio per questa qualità, ponendo sotto i riflettori un argomento importante e spesso trascurato: i disturbi alimentari.

Il film racconta la storia di Greta, una ragazza di 17 anni che si trova ad affrontare un nemico temibile e pervasivo: l’anoressia. La trama segue il suo percorso di lotta contro questo disturbo, con il sostegno cruciale della madre, Loredana, e della sorella, Angela. Attraverso una narrazione toccante e autentica, “Amati” esplora le sfide emotive e fisiche affrontate da Greta mentre cerca di recuperare il controllo della sua vita.

Una delle caratteristiche distintive di “Amati” è il suo cast, composto da giovani talenti e attori con esperienza consolidata. Questa combinazione offre al pubblico una performance autentica e coinvolgente, in grado di trasmettere con sincerità le emozioni e le sfide vissute dai personaggi.

L’omaggio ai Fiocchetti Lilla, simbolo di sensibilizzazione e solidarietà verso i disturbi alimentari, conferisce al cortometraggio un significato aggiuntivo e un impegno sociale importante. “Amati” non si limita a raccontare una storia, ma si impegna a sollevare consapevolezza e comprensione su una tematica ancora troppo spesso sottovalutata.

Attraverso una regia attenta e una sceneggiatura ben costruita, il cortometraggio offre al pubblico uno sguardo intimo e toccante sulle sfide quotidiane affrontate da chi lotta con i disturbi alimentari. La determinazione di Greta e il sostegno della sua famiglia rappresentano un messaggio di speranza e resilienza, invitando gli spettatori a riflettere sull’importanza del sostegno e della comprensione nelle situazioni di difficoltà.

In conclusione, “Amati” si distingue come un’opera cinematografica che va oltre il mero intrattenimento, offrendo una narrazione coinvolgente e significativa su una tematica di rilevanza sociale. Attraverso una combinazione di bravura artistica e impegno sociale, il cortometraggio si inserisce nel dibattito culturale con un messaggio di sensibilizzazione e speranza.

Gli attori del cast sono: Eleonora Lentini, Giovanna Stolfi, Giuliana Sepe, Ilaria Lanzetti, Roberta Romano, Alessandro Musella, Sarah Nettis. Mentre il cast tecnico oltre Cossentino e Lentini. si avvale delle musiche di Yuri Salvatore e della direzione della Fotografia di Nunzio Bellino.