ORNELLA GIUSTO, PROTAGONISTA SU RAI 1. L’INTERVISTA

ORNELLA GIUSTO, PROTAGONISTA SU RAI 1. L’INTERVISTA

ORNELLA GIUSTO,  PROTAGONISTA SU RAI 1.  L’INTERVISTA
Abbiamo incontrato Ornella Giusto, attrice italiana nel cast della soap di Rai1 “IL PARADISO DELLE SIGNORE”

Ornella, come ti sei approcciata al personaggio di Rosalia Caffarelli nella serie Il paradiso delle signore
In maniera graduale, per me è importante leggere attentamente ogni parola, cercare di capire sia le battute del personaggio che sto interpretando ma anche quelle del mio interlocutore, l’ambiente dove mi trovo, chi è Rosalia, cercare di entrare nella mentalità di quel tempo soprattutto per una donna che viene dal sud e  l ‘educazione ricevuta e la mentalità anche di allora e lo stato d’animo di un tempo .. soprattutto per una donna come Rosalia che viene dal sud e si trasferisce a Milano e cerca di ambientarsi in una città del Nord
Ti piace ? 
Rosalia ha una mentalità emancipata aperta, con la voglia di conoscere respirare sentirsi se stessa e poter essere libera di relazionarsi in un mondo più libero con una mentalità più aperta e per una donna che come Rosalia che fa la sarta cercando di ambientarsi il più possibile mantenendo comunque i suoi forti valori, mi piace perché è una donna sicuramente forte determinata e molto saggia. Una donna che viene da un matrimonio combinato come accadeva allora, una donna che rimane molto spesso sola perché il marito spesso viaggia; sicuramente è una donna molto forte Rosalia. Per me non è stato tanto difficile comunque entrare nel personaggio di Rosalia perché in me c’è comunque un vissuto importante che mi ha permesso oggi di essere ciò che sono mantenendo sempre saggezza valori rispetto. E la mia sensibilità e la mia emotività mi permettono di accarezzare e rispettare il personaggio che sto Interpretando cercando di emozionare e farlo arrivare a chi lo guarda .
Cosa ti sta dando questo personaggio in una serie già molto seguita ? 
Mi sta dando la possibilità di crescere sempre più e di esprimermi maggiormente artisticamente, mi permette di fare ancor di più esperienza e per me questo è molto importante. È un viaggio emotivo continuo: dare emozioni, donarsi al pubblico penso sia bellissimo .
Quali sono i tuoi sogni da realizzare come attrice ? 
Poter continuare a fare sempre bene il  mio lavoro con serietà impegno e determinazione.
Tre aggettivi per descriverti ? 
Umile paziente caparbia
Come trascorri il tuo tempo libero? mi piace  immergermi nella natura, faccio sport perché mi aiuta a tenermi in forma non solo fisicamente. Leggo,scrivo faccio tutto ciò che mi dà benessere.
Tornerai a Teatro con lo spettacolo Lapilli Verghiani. Di cosa si tratta? 
«Ho deciso di intitolare questo spettacolo ‘Lapilli Verghiani’ proprio per dare agli spettatori un’immagine scoppiettante di ricordi e di passione» afferma Ornella Giusto, regista e attrice di quest’opera che restituisce il ritratto di «un uomo di grandi sentimenti e galantuomo» quale Verga.
In particolare lo spettacolo vede in scena alcune lettere di Verga innamorato e testi tratti dalle sue opere più famose, rappresentative del tema dell’amore. Vi si può cogliere l’opposizione tra amore “popolano” e amore “borghese”, tra “lupa” e femme fatale, tra l’ambiente della campagna siciliana e quello delle grandi città del Nord Italia. I brani appartengono sia a romanzi sia a novelle e mostrano la profonda conoscenza dell’animo e delle passioni femminili da parte dello scrittore.
Non si tratta soltanto di una lettura, ma di un allestimento completo che prevede accompagnamento musicale (con musiche di Ezio Noto e Giuseppe Romeo), canto e danza. Gli attori in scena interpreteranno vari ruoli, facendo rivivere i personaggi del Verga: in particolare Ornella Giusto, oltre che alla lettura recitata di alcune lettere dello scrittore catanese, si dedicherà a impersonare alcuni dei più noti volti verghiani come Santuzza e Lola di Cavalleria Rusticana, la Lupa, la Capinera, Eva.
Una caratteristica dell’opera è la breve durata: la regista ha optato per un excursus rapido e intenso su Verga perché preferisce «lasciare lo spettatore con un piccolo languorino piuttosto che rischiare di annoiarlo con uno spettacolo lungo e pesante». L’obiettivo è «andare incontro alle esigenze del pubblico e dargli ciò che realmente desidera, ovvero emozionarsi».

RELATED ARTICLES

Achille Lauro, voglio parlare a tutti

Achille Lauro, voglio parlare a tutti

Rock e vuoti interiori per un nuovo corso dopo Sanremo Di essere visto come uno che fa trap non ne

READ MORE
Melania Trump contro Anna Wintour, scontro su copertina Vogue

Melania Trump contro Anna Wintour, scontro su copertina Vogue

Direttrice, ‘in prima donne che ispirano’. First Lady, ‘faziosa’ E’ scontro fra la First Lady Melania Trump e la potentissima

READ MORE
Madonna, 17/4 nuovo singolo con Maluma

Madonna, 17/4 nuovo singolo con Maluma

Annuncio su social, titolo è Medellin, anticipa disco Madame X Lasciando indizi qua e là sui suoi social, Madonna ha

READ MORE
Harry e Meghan pensano di vivere in Africa dopo nascita bebé

Harry e Meghan pensano di vivere in Africa dopo nascita bebé

Sunday Times, in Paese Commonwealth per almeno 2-3 anni Il principe Harry e Meghan, che a giorni aspettano la nascita

READ MORE