“43 Minuti”, Vincenzo Messina e Luigi Vuolo sul palco del Teatro Bolivar di Napoli

“43 Minuti”, Vincenzo Messina e Luigi Vuolo sul palco del Teatro Bolivar di Napoli

“43 Minuti”, Vincenzo Messina e Luigi Vuolo sul palco del Teatro Bolivar di Napoli

 

43 minuti: Parlano i protagonisti al teatro Bolivar di Napoli

Dopo il debutto a Caserta, 43 minuti arriva a Napoli, al Teatro Bolivar, il 27 e il 28 gennaio.

Lo spettacolo, forte, intenso e introspettivo, vede protagonisti Vincenzo Messina e Luigi Vuolo, e quest’ultimo cura anche la regia.

Così commenta Vincenzo Messina: “L’approccio è stato difficile, i personaggi sono complessi ma sono scritti bene , quindi è molto facile cadere nel’l eccessivo , interpretare un malato di mente penso sia il desiderio di chiunque. Con Luigi sono ormai 5 anni che la si pensa allo stesso modo su questo lavoro e speriamo di intenderci e di fare bei prodotti anche in futuro”. Messina e Vuolo producono anche lo spettacolo. E il regista Luigi Vuolo è molto attaccato a questo testo: “43 minuti porta in scena una critica ai rapporti, e la scelta di essere in due in scena è funzionale proprio a questo, alla coppia che si scontra e si incontra in scena, che sia una coppia di amici, coppia di amanti” racconta, e aggiunge: “Tutto il lavoro su 43 minuti è stato impostato come se in scena vi fosse un continuo yin e yang, lotta eterna tra bianco e nero, la scena, i costumi, gli oggetti sono in bianco e saranno sporcati dalla mancanza di sentimenti positivi degli attori e della loro lotte continue sia fisiche che metaforiche.

 

Tutte quelle che sono state le prove sia del testo che del Montaggio delle scene, a tutte le altre scelte dello spettacolo sono state “sofferte” perché vogliamo che siano intense, devono arrivare come un pugno, non c’è spettatore che non si riveda almeno in una frase del testo”.

 

Lo spettacolo è prodotto dalla Mountains production di Vincenzo Messina e Luigi Vuolo, costituita proprio per accomunare idee e progetti che non troverebbero spazio in un sistema purtroppo chiuso come quello teatrale di oggi.

ARTICOLI CORRELATI

#iorestoacasa diventa intrattenimento, Trappola è primo show

#iorestoacasa diventa intrattenimento, Trappola è primo show

Il repentino e obbligato cambio di vita, che le situazioni attuali impongono, ha aperto lo spazio per un nuovo modo

LEGGI TUTTO
Primo Maggio: Sting, celebro i lavoratori d’Italia

Primo Maggio: Sting, celebro i lavoratori d’Italia

Ciao a tutti, oggi vorrei celebrare tutti i lavoratori d’Italia: i guidatori di bus e treni, i postini, i fattorini

LEGGI TUTTO
Cannes: Fremaux, possibile collaborazione con Venezia

Cannes: Fremaux, possibile collaborazione con Venezia

Nel titolo di Variety un po’ tutto il senso dell’intervista rilasciata da Thierry Fremaux ovvero: “Il direttore parla di un

LEGGI TUTTO
Gruppo Zegna riapre aziende per fare camici

Gruppo Zegna riapre aziende per fare camici

Prendiamoci cura l’uno dell’altro. Superiamo questa emergenza insieme” afferma in una nota Gildo Zegna, ceo di Ermenegildo Zegna, il marchio

LEGGI TUTTO