Il resveratrolo, un aiuto per la longevità

Gran parte della popolazione mondiale è sempre più soggetta a rischio cardiovascolare, sia per via di un’alimentazione troppo ricca di grassi, sia a causa di uno sbagliato stile di vita che include troppa sedentarietà a discapito della salute.

Proprio in questo quadro si inserisce un crescente rischio cardiovascolare e tumorale. Da oggi però tra gli integratori alimentari si può annoverare una sostanza chiamata Resveratrolo, capace di aiutare l’organismo a proteggersi da tali rischi e patologie, migliorando così il tenore di vita di ognuno.

Alcuni studi scientifici, condotti per il momento solo su piccoli insetti, stanno studiando l’incidenza del resveratrolo anche sulla longevità. Una parte del mondo scientifico infatti si sta impegnando nello studio di tale importantissima sostanza di cui si conosce ancora troppo poco a riguardo.

Sul sito meetab.it, specializzato nella vendita di integratori online, troverete una folmula antiossidante che include appunto Resveratrolo, indicata particolarmente per coloro che non possono assumere la sostanza attraverso l’alimentazione. Si tratta comunque di una sostanza ricavata dalla buccia dell’uva, e si trova quindi anche nel vino. Le sue proprietà benefiche sono dovute ad una ricchissima quantità di antiossidanti che la compongono. Per tale motivo sarebbe quindi consigliabile bere ogni giorno, comunque in dose moderata, uno o due bicchieri di vino al giorno in modo da sfruttare tutte le proprietà benefiche del resveratrolo.

Naturalmente non tutti i vini sono uguali, pertanto per scegliere la tipologia di vino più adatta all’assunzione di tale sostanza naturale è bene guardare alla tipologia d’uva, oltre che al metodo di fermentazione e tante altre caratteristiche. Per prima cosa il vino deve essere rosso, in quanto solo quest’ultimo è prodotto fermentando direttamente la buccia dell’uva, a differenze di quanto infatti accade con il bianco. All’interno dei vini rossi, poi, è bene scegliere solo quelli prodotti con uve non trattate con troppi pesticidi e fungicidi.

Il resveratrolo è quindi una sostanza davvero importante, i cui benefici hanno già aiutato tantissime persone a prevenire e combattere malattie cardiovascolari. A tal fine si può assumere sia mediante del vino, anche se non tutti gli scienziati sono d’accordo, sia attraverso degli integratori specifici o multivitaminici.

In tal caso la quantità di resveratrolo deve comunque essere superiore ai 25 mg per produrre i suoi effetti; la dose singola giornaliera invece sarebbe intorno ai 200-400 mg.