Il profumo veicolo di benessere

Il profumo è storia, arte, magia, seduzione. Dalla notte dei tempi le fragranze sono state usate con scopi molto diversi fra loro, dall’invocazione di aiuto da parte degli dei fino alla volontà di impiegare le fragranze e gli unguenti come veicoli di attrazione e seduzione.

A differenza dei tempi andati, in cui le fragranze più ricercate erano appannaggio dei ceti più facoltosi, oggi possiamo facilmente disporre di una vasta scelta di profumi, senza dover affrontare viaggi estenuanti, recandoci semplicemente in profumeria o rivolgendoci a dei servizi online specializzati nella vendita di profumi online.

Non c’è dubbio che il profumo possa essere considerato un veicolo di benessere, in quanto questo è lo stato fisico ed emozionale che la sua percezione offre agli essere umani.

Il profumo agisce come veicolo di benessere in tempi velocissimi. Il merito deve essere attribuito al processo che si mette in moto quando si inala una determinata fragranza ed essa raggiunge il cervello. In questo preciso momento avviene l’attivazione di alcune specifiche ghiandole del sistema endocrino. Le ghiandole iniziano a produrre sostanze neuro-chimiche come ad esempio le endorfine, gli ormoni del buonumore o l’adrenalina. Queste sostanze regolano l’equilibrio fisiologico e quindi inducono stati di benessere fisici ed emozionali immediatamente percepibili.

A questo fattore puramente fisico si associa lo stato di equilibrio nel quale la persona si trova al momento dell’inalazione della fragranza. In altri termini, se chi sta annusando un profumo è in fase di scompenso e la fragranza sa colmare quella lacuna, la persona avvertirà un immediata sensazione di benessere e di positività.

A questa capacità si unisce la memoria olfattiva, ovvero la capacità che alcuni profumi hanno di risvegliare particolari sensazioni positive nell’essere umano. Grazie alla memoria olfattiva, un profumo è in grado di riportare alla mente situazioni, episodi e persone che appartengono al passato, mettendo in moto ancora una volta la produzione di sostanze neuro-chimiche responsabili dello stato di euforia e benessere.

Il profumo deve essere quindi inteso come un forte veicolo di benessere, in quanto agisce sia a livello fisico che sullo stato psico-emozionale delle persone.

Lo sapevano gli antichi e lo conosciamo noi abitanti dell’era moderna: la capacità di provare sensazioni positive con l’inalazione di una fragranza e di un profumo da donna o da uomo, è un’esperienza sensoriale che non ha eguali e che può realmente infondere benessere al corpo e alla mente in modo profondo.